In attesa della Ferrari nel primo giorno di Wrooom 2013 è stata la volta di Andrea Doviziosonuovo acquisto Ducati. Nella sua prima conferenza stampa “in rosso”, il Dovi ha parlato di molti aspetti elogiando anche il compagno di squadra Nicky Hayden (foto sito ufficiale Wroom)

Il pilota statunitense si appresta a iniziare la sua quinta stagione con il team di Borgo Panigale con cui il legame si è rafforzato ulteriormente: La buona relazione con Ducati ci ha portato al rinnovo già tra il Mugello e Laguna Seca: volevo fortemente correre per loro, e loro volevano che rimanessi. Ci sono stati tanti rumors, ma sto benissimo qui e con l’arrivo di Audi, anche se ci vorrà un po’ di tempo, avremo ancora più risorse. La nuova moto  non è cambiata molto rispetto alla scorsa stagione, ma abbiamo idee chiare su come lavorare anche se il tempo non è dalla nostra parte. C’è una grande sfida davanti a noi, ma abbiamo delle grandissime motivazioni. In Malesia dovremo fare un grande lavoro per rendere la moto più docile a livello di motore e anche per migliorare il nostro problema in percorrenza di curva. L’idea è quella di partire forte fin dalla prima gara”.

Kentucky Kid dedica un pensiero agli uscenti Filippo Preziosi e Valentino Rossi: Filippo è un genio, sarà diverso senza di lui. Personalmente penso sia un peccato non poter più lavorare con lui, ma Gobmeier (nuovo direttore generale di Ducati Corse) è uomo intelligente e il futuro sembra positivo. Non dobbiamo cancellare il lavoro degli scorsi anni, sappiamo cosa funziona e cosa no. Le persone nuove porteranno nuove idee, e questo e positivo”.

A due facce il giudizio sul Dottore:“C’erano molte aspettative, si sperava di vedere vincere una moto italiana con un pilota italiano purtroppo non ha funzionato ma ci abbiamo provato. Non avere Valentino può essere sia un ‘pro’ che un ‘contro’: è una personalità forte, ma certo senza di lui forse non avrei avuto un nuovo telaio in tempi così brevi. Senza di lui perderemo qualcosa ma avremo meno pressioni. Non ho sofferto a essere suo compagno di squadra di Valentino, nè in Honda nè in Ducati e sono stato spesso più competitivo di lui. Spero di poterlo sfidare e battere ora che è tornato in Yamaha”.