Vettel è davvero insaziabile. Nonostante sia già da diverse settimane matematicamente campione del mondo, non rallenta e conquista anche la pole di Abu Dhabi.Il gran premio degli Emirati Arabi dove i sorpassi sono difficili e si corre per parte della gara al buio, è sicuramente interessante, ma non si pensava fosse così speciale.

Vettel, infatti, ha confermato la sua fama di cannibale. Continua a sfrecciare davanti a tutti con la Red Bull, beffando anche all’ultimo giro le McLaren che nel crescendo di fine stagione, mostrano tutta la loro competitività.

Stando al quarto posto di Webber, però, non è solo merito del motore Red Bull la prestazione di Seb. Vettel è davvero un ragazzo prodigio, in grado di dare spettacolo su qualsiasi terreno.

Conquistando la quattordicesima pole position stagionale ha eguagliato il record di pole conquistate in una stagione, segnato nel 1992 da Nigel Mansell. Ma in tema record, Vettel ne fa segnare anche un altro, visto che ha raggiunto un altro mito della Formula 1.

Come Jan Manuel Fangio ha conquistato in carriera, non solo quindi a livello stagionale, ben 29 pole. E siamo ancora al penultimo appuntamento. C’è da aspettarsi qualche meraviglia anche nell’ultima tappa brasiliana.