Il web e i social network sono sempre più fondamentali per le case automobilistiche. La ricerca “Power’s 2014 Social Media Benchmark Study” (visibile a questo link), condotta dalla società di consulenza J.D. Power, ha messo in mostra come le campagne pubblicitarie sui social network abbiano un impatto rilevante sulle vendite. Facebook è il social network che offre di più, tutti gli utenti del principale social frequentano le pagine delle case automobilistice e quelli soddisfatti rimangono fedeli al marchio.

Dalla ricerca di mercato sono stati monitorati più di 10.000 consumatori americani nelle loro attività online. Il risultato è che il 29% dei partecipanti ha frequentato i social media per consigli sui prodotti e sui servizi, mentre il 20% lo ha fatto per informarsi sulle case auto e sui loro prodotti. A tutti è stato chiesto di valutare le attività con un punteggio compreso tra 0 e 1.000, giudicando quanto le case abbiano incontrato i loro desideri e le loro necessità.

Nella classifica generale della soddisfazione dei clienti il primo posto è conquistato da Toyota (foto by InfoPhoto) con un punteggio di 845 su 1.000. Seconda piazza per Ford (che si appresta a vendere on-line le prime Mustang) con 842, seguita da Chevrolet con 838. Il punteggio medio, calcolato tra tutte le case, è di 824 e sono ben sette i costruttori che sperano questa soglia: Lincoln, BMW, Dodge, Infiniti, Acura, Honda, e Kia. “Il coinvolgimento sui desideri - secondo J.D. Power - vuol dire creare una consapevolezza del marchio e una affinità, ma anche informare sui prodotti e sulle promozioni. Il coinvolgimento sui servizi, invece, vuol dire dare risposte precise e risolvere i problemi”. Tutti gli intervistati hanno risposto di avere interagito almeno una volta con un canale social. Dopo Facebook, i canali più importanti sono Youtube e Twitter.