Casey Stoner che si è imposto in Repubblica Ceca è stato il grande protagonista della scorsa tappa del moto Gp insieme a Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso.

Ma adesso i pretendenti al trono sono qualcuno in più e Casey, ad Indianapolis, non è ancora riuscito a vincere. E poi c’è Lorenzo, recentemente sottotono, ma volenteroso.Casey Stoner è l’uomo da battere, è questo quello che pensano i bookmaker alla vigilia del quattordicesimo appuntamento del Motomondiale, il secondo negli Stati Uniti.

La Repsol Honda Team pensa di ripetersi e di consolidare il primato di Stoner che adesso, nella classifica iridata, precede Jorge Lorenzo di 32 lunghezze.

A livello di cronaca il circuito di Indianapolis non è proprio congeniale a Casey Stoner che l’ha affrontato soltanto due volte nella sua carriera sulle due ruote.

Nel 2008 è arrivato soltanto quarto, poi nel 2009 degli acciacchi fisici l’hanno tenuto lontano dalle corse. L’anno scorso ha affrontato molto bene le qualificazioni ma poi è caduto in gara.

La volontà, neanche a dirlo, è di rompere il malefico incantesimo di Indinapolis e allungare sugli avversari diretti.

Ha vinto già a Laguna Seca, potrebbe sempre fare il bis.

Stoner si dice soddisfatto del nuovo asfalto, visto l’incidente dell’anno scorso non può che essere felice delle migliorie sul circuito.

Con la Ducati non si era trovato granché ma adesso vuole lavorare a fondo sul set up della RC212V.