Ssangyong Tivoli, l’urban crossover coreano, porta il proprio stile e la propria unicità nel nuovo film di Fausto Brizzi “Se mi vuoi bene”. Il film arriverà nelle sale italiane il prossimo 17 ottobre, e rappresenta il primo tassello di un progetto di product placement che SsangYong ha lanciato a sostegno della settima arte e dei film all’italiana, sempre in grado di ispirare ed emozionare il pubblico. Tivoli può essere la macchina giusta per districarsi in questo scenario, grazie alle sue peculiarità e qualità. Senza dubbio è una vettura fuori dal coro. 

“Siamo molto orgogliosi di questo nuovo progetto, con cui SsangYong si fa portavoce di un territorio finora inesplorato dal brand”, commenta Mario Verna, Direttore Generale di SsangYong Motors Italia. “Abbiamo scelto Tivoli come auto simbolo di questo percorso perché, proprio come fanno i film, è capace di catturare l’attenzione del pubblico raccontando storie inedite, trasmettendo emozioni diverse attraverso le sue infinite personalizzazioni e ispirando chi la guida a vivere le proprie passioni.” Non è casuale che nella nuova commedia di Fausto Brizzi “Se mi vuoi bene” distribuita da Medusa Film, il protagonista Claudio Bisio rappresenti un avvocato di successo ma depresso, che ad un certo punto decide di dare una svolta alla sua vita e partire per una missione speciale proprio a bordo di una Tivoli. Per l’occasione l’iconica Tivoli, grazie alla sua ecletticità, vestirà i panni di un taxi per sfrecciare da Torino a Milano e accompagnare il protagonista nella sua avventura. Tivoli diventa una delle nuove auto protagoniste del grande schermo.