Si sa, in Belgio un’altra pagina memorabile della storia della Formula 1 l’ha scritta Sébastian Vettel che praticamente è riuscito a mantenere la leadership dal sesto al quarantaquattresimo giro.

Ma se la Red Bull si conferma il miglior staff tecnico con i miglior piloti, cosa dire allora della McLaren?Di certo Hamilton e Button avrebbero voluto occupare i gradini più alti del podio di Spa, mentre Jenson si è ritrovato al terzo posto e Lewis è finito addirittura fuori pista.

Eppure la squadra ha dimostrato di essere concreta e fredda nelle decisioni. Button è riuscito a superare anche Alonso che nella top 5 iridata è ancora terzo.

E lo ha fatto partendo da una posizione non proprio comoda sulla griglia di partenza: era tredicesimo.

Nelle qualificazioni si può dire che Button sia stato sfortunato visto che le condizioni meteo di Spa gli erano congegnali ed era riuscito anche ad ottenere il miglior tempo nella prima fase delle qualifiche.

Non ha saputo vedere i giusti margini di miglioramento nella sua vettura e fermandosi ai box un po’ prima del previsto è poi dovuto partire dalla tredicesima posizione.

La safety car entrata per Hamilton è stata provvidenziale per la rimonta ma anche il fatto di essere rimasto in pista nonostante il danneggiamento dell’ala posteriore.