Flavio Briatore, ex team manager della Renault, ha deciso di tornare a parlare della Formula 1 all’indomani dell’appuntamento indiano  e lo fa con il suo solito piglio polemico.La tiritere è sempre quella, la stessa che ha ripetuto anche Hamilton: così come va adesso l’automobilismo non ci si diverte più, è noioso.

Il campionato secondo Briatore è noioso così come è il solito teatrino quello tra la McLaren e la Ferrari. Ma andiamo con ordine perché il Flavio nazionale ne ha per tutti.

Per prima cosa Briatore spiega che Vettel è imprendibile e non c’è nemmeno più competizione con Webber che ha la stessa macchina ma non riesce ad ottenere le stesse prestazioni. La lotta per il primo posto è evidentemente finita e il campionato si avvia verso una conclusione noiosa.

Come fare in modo di rilanciare la Formula 1? Togliendo qualcosa alla Red Bull e dandola alla Ferrari. Un passaggio utopico di strumenti e secondi che potrebbe riportare la Rossa ai livelli competitivi di qualche anno fa.

Ma l’utopia è l’unica cosa “reale” visto che in due mesi tutti i team tecnici hanno poche speranze di effettuare modifiche efficaci alle loro monoposto. Magari si potrebbe intervenire sul budget delle varie squadre.

Se si devono investire stagionalmente circa 300 milioni di euro, tra poco tempo le squadre in corsa si conteranno sulle dita di una mano. Per quanto riguarda l’incidente Massa-Hamilton, è tutto nella normalità. Un po’ di delusione soltanto per il ferrarista quest’anno parecchio sfortunato.