L’ultimo appuntamento del Gran Premio di Formula 1 si preannunciava spettacolare anche se su un risultato diverso da quello che c’è stato erano pochi a scommetterci.La Red Bull è nettamente superiore alle altre squadre e lo si è visto grazie alla doppietta messa in fila da Webber e dal campione del mondo. Stavolta Vettel non è riuscito a salire sul grandino più alto del podio. Al trentesimo giro, per alcuni problemi al cambio, ha fatto sfilare il testa il compagno di squadra.

La stampa inglese, ma anche quella italiana, hanno maliziato su un accordo tra i piloti, messo a tacere da una dichiarazione ufficiale di Vettel sugli effettivi problemi al cambio della sua monoposto. Vettel, in effetti ha rallentato in modo visto, anche i fan che speravano in un altro record se ne sono accorti.

A parte il duo Vettel-Webber, la gara in Brasile è stata interessante. Anche perché il terzo classificato ha lottato fino alla fine. Button ha tenuto alto il nome della McLaren, visto che il suo grintoso compagno di squadra si è ritirato prima della fine della corsa.

Applaudito ma insoddisfatto Alonso che finisce in quarta posizione davanti a Massa ma i due non riescono a dare la spinta alla Ferrari nella classifica costruttori.