Ci si aspettava qualcosa di grandioso da Valentino Rossi in merito alle celebrazioni per Marco Simoncelli a Valencia, nonostante tutti sappiano com’è difficile tornare in pista dopo aver perso un amico. Valentino Rossi ha pensato di onorare il suo amico Sic innanzitutto con una gara “da record” rispetto alla stagione un po’ opaca con la Ducati.

Poi ha deciso che indosserà un casco replica di quello di Simoncelli e attaccherà il numero 58 sopra il suo 46, nella parte anteriore della Desmosedici. Sulla sua pagina Twitter, Rossi ha anche fatto una foto alla moto.

Le prove libere, in realtà, consentono a Rossi di rispettare tutti gli impegni presi. Il giro più veloce lo fa Stoner, il solito Casey che ormai ha in tasca il titolo iridato. Subito dietro l’australiano ci sono Pedrosa e poi Rossi.

Riguardo le prove libere c’è da dire che il circuito non era nelle condizioni migliori, visto che l’asfalto era umido. Il box della San Carlo Honda Gresini ha messo ben in vista il numero 58 ma quel che più è stato evidente agli spettatori di Valencia è stata la prova di Stoner.

Molto importante anche il quinto posto di Loris Capirossi con la Pramac Racing, nel week-end che segna l’addio alla carriera motociclistica dello sportivo italiano. Dopo 22 anni, Capirex dice addio al motomondiale con un nodo in gola dovuto alla perdita dell’amico Sic.