Una delle rogne che ogni proprietario di automobile deve affrontare è sicuramente il costo dell’assicurazione, i prezzi sono sensibilmente più bassi per i neopatentati, per i più virtuosi condizioni migliorate a Sud ma non in tutto il Nord, dove chi è in prima classe di merito si trova a pagare anche il 6,1% in più rispetto ad un anno fa. Queste alcune delle più significative risultanze emerse dal focus annuale sulla RC auto realizzato da Facile.it.

“A seguito del calo del numero di sinistri sul territorio nazionale – afferma Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di facile.it – i premi RC auto continuano a ridursi, anche se in maniera non uniforme in tutte le Regioni e classi di merito. La contrazione maggiore avviene lì dove, nel 2013, si erano registrati i premi più elevati; parallelamente, i prezzi tendono alla stabilità dove si spendeva già di meno ed è il profilo in prima classe di merito a subire i rincari più significativi in alcune aree”.

L’automobilista di prima classe di merito e nessun sinistro denunciato negli ultimi 5 anni registra i maggiori cali nelle città del Sud Italia, i premi a Napoli, calano del 19,7%, mentre a Palermo del 12,7%; riduzioni sensibili anche a Firenze (-9%) e a Roma (-6,8%). I premi salgono, invece, solo in alcune delle città del Nord analizzate, con picchi a Verona (+6,1%).

LEGGI ANCHE:

Quali sono le auto più sicure: i risultati EuroNCAP del 2014

Car2go estate: molte novità per privati e aziende

Pedaggi Autostradali: arriva la denuncia di Assotrasporti, “chi usa deve pagare”