Nel 2018, Porsche ha celebrato il 70 ° anniversario dalla prima auto sportiva mostrando al pubblico due veicoli 911 Speedster Concept. La versione di produzione ha celebrato il suo debutto in Nord America al Salone Internazionale dell’Automobile di New York 2019. Alimentato da un motore a sei cilindri da 4 litri con aspirazione naturale fino a 9.000 giri/min, utilizzato anche negli attuali modelli 911 GT3 e 911 GT3 RS, la Porsche 911 Speedster 2019 sviluppa 502 cavalli e 346 Nm di coppia, accompagnati da una colonna sonora altamente emotiva, ispirata alle corse.Per offrire un’esperienza di guida particolarmente coinvolgente, altamente desiderata dai puristi, la Porsche 911 Speedster è disponibile esclusivamente con una trasmissione manuale a sei rapporti GT Sport. L’accelerazione da 0 a 100 km/h ora avviene in soli 3,8 secondi e la velocità massima è di 309 km/h.

Il 2019 911 Speedster è il primo modello del genere sviluppato dal reparto Porsche Motorsport, pur mantenendo tutto lo stile e di una vera Speedster. Il parabrezza anteriore basso e i finestrini laterali, la capotte in tessuto attivabile manualmente, sono elementi caratteristici di un modello Speedster e fanno risaltare immediatamente la vettura rispetto alle altre. Ci sono poi tanti elementi utilizzati per ridurre il peso, come i dettagli in fibra di carbonio come il cofano anteriore e i passaruota anteriori che, insieme alla capote manuale, all’impianto frenante carboceramico, e al cambio manuale a 6 rapporti riescono a compiere la missione designata.

All’interno si respira un’aria un po’ retrò e un po’ da competizione, con  i pannelli delle porte alleggeriti dalla presenza di reti portaoggetti, sedili in pelle nera integra cuciture rosse, il simbolo Speedster cucito nei poggiatesta, e l’immancabile badge commemorativo dei 70 anni di Porsche tra i sedili. Completano il tutto il volante con il punto zero, ovviamente di colore rosso, e altri elementi in fibra di carbonio come quello posizionato davanti al passeggero anteriore con la scritta Speedster. Negli USA sarà possibile prenotarla a partire dal 7 maggio, per l’arrivo nelle concessionarie bisognerà attendere la fine dell’anno.