Il progetto Polestar 2 sta andando avanti a grandi falcate e arriverà alla première del Salone di Ginevra 2019 con grande entusiasmo. Stiamo parlando di una vettura che promette di rivoluzionare il segmento delle berline compatte elettriche, democratizzando a livello di prezzi questa tipologia di vetture, un po’ come aveva promesso Tesla con la sua Model3. Il design è moderno e accattivante, e il prezzo sarà stimolante per tutti perché la sua gamma partirà da 39.900 euro. Attenzione però, perché nei primi 12 mesi di produzione la Polestar 2 sarà venduta nella versione di lancio, che avrà però un costo più elevato e corrispondente a 59.900 euro.

La Polestar 2 appartiene al Gruppo Volvo Car, si tratta di una fastback a cinque porte premium basata sulla piattaforma modulare modulare di architettura modulare (CMA), con due motori elettrici e una capacità della batteria di 78 kWh che consentirà un’autonomia di 500 km. Il pacco batteria da 27 moduli è integrato nel sotto scocca e contribuisce alla rigidità dello chassis e migliora i livelli di rumorosità, vibrazioni e durezza dell’auto (NVH) – il rumore della strada è stato ridotto di 3,7 dB rispetto a un telaio tradizionale. Tutti dati di un certo rispetto, che sono a garanzia della bontà di questo progetto.

Per Polestar, le prestazioni sono alla base dell’intera esperienza di guida. Il propulsore elettrico abbinato alla trazione integrale sviluppa 300 kW (408 CV) e 660 Nm di coppia. Questo si traduce in un tempo di accelerazione 0-100 km/h inferiore a 5 secondi. Il telaio dinamico standard può essere migliorato dal Performance Pack che perfeziona la dinamica di guida con gli ammortizzatori Öhlins, i freni Brembo e le ruote da 20 pollici. Le cinture di sicurezza rifinite in color oro, le pinze dei freni e i tappi delle valvole completano il percorso visivo emozionale della Polestar 2.

Polestar 2 farà la sua prima apparizione pubblica al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra del 2019 a marzo, per poi intraprendere un roadshow globale in Europa, Nord America e Cina nel 2019. La produzione ufficiale inizierà a partire dai primi mesi del 2020 e verrà lancia in vari mercati a cominciare da: Cina, Usa, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Canada, Novergia, Svezia e Gran Bretagna.