Si rinnova il codice della strada e dall’anno prossimo è possibile mettersi alla guida di un’autovettura già a diciassette anni. Ecco le novità del decreto in Gazzetta Ufficiale prima di Natale. Sotto l’albero degli aspiranti automobilisti c’è finito un regalo da parte dello Stato Italiano che ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale un decreto del Ministero dei Trasporti.

Il succo del documento è che dal 21 aprile 2012, i 17enni potranno già guidare una macchina. Una concessione riservata ovviamente a quanti hanno già superato l’esame teorico e stanno per affrontare il test su strada.

Stesso discorso se il 17enne è già in possesso di un patentino per la moto: basta frequentare un corso di 10 ore in una scuola guida, fare l’esame pratico e via, pronti a guidare anche senza aver raggiunto la maggiore età.

Ma attenzione, nel decreto del Ministero dei Trasporti si specificano anche una serie di regole che dovranno rispettare i 17enni che ambiscono a mettersi subito al volante di un’auto: dovranno essere sempre accompagnati.

L’accompagnatore dovrà avere un’età inferiore a 60 anni e possedere una patente di guida di tipo B da almeno 10 anni, nonchè dovrà dimostrare di aver avuto un buon comportamento alla guida.

Vale a dire che nei 5 anni che precedono il controllo l’accompagnatore non deve aver mai subito il ritiro della patente.