Alla Motorsport Arena Oschersleben, un importante circuito di Germania, Opel ha deciso di festeggiare i suoi 120 anni. In questo scenario oltre alle tante glorie del passato e alle vetture classiche di Opel, ha destato massima attenzione un concept sviluppato dal Marchio tedesco, la O-Team Zafira Life. La base di partenza è la nuova multispazio Zafira Life, alla sua quarta generazione, ma con una veste tutta particolare ispirata alla serie tv degli anni ’80 A-Team.

Proprio come la sua fonte di ispirazione del piccolo schermo, la vettura di Opel utilizza grandi ruote, ha le barre anteriori e una grossa ala posteriore. Differenti i colori perché stavolta la striscia che attraversa la carrozzeria è gialla fluo invece che rossa. Per la carrozzeria è stato scelto un color blu scuro, bianco e giallo fluo e che deriva dalla Opel GT X Experimental. Presenti delle decalcomanie sui finestrini, sullo spoiler del tetto, sulle barre anteriori e sulle estensioni delle soglie battitacco. Anche a livello di sound la O-Team Zafira Life dà il suo contributo con la sinfonia del motore V8 sempre disponibile. Non si tratta però di un rumore sviluppato da un vero propulsore V8, ma di un modulo sonoro con gli accordi di un benzina V8.

La Zafira Life realizzata da Opel Special Vehicles ha un motore diesel da 2.0 litri capace di sviluppare 130 kw (177 CV) come potenza e 400 Nm di coppia massima. La potenza viene scaricata sulle ruote anteriori e come cambio utilizza una trasmissione automatica a 8 rapporti. La carrozzeria è stata ribassata, sono state adottate delle sospensioni pneumatiche (che si possono abbassare con il telecomando), dei freni a quattro pistoncini con dischi anteriori da 380 millimetri e dei cerchi in lega leggera BBS da 20 pollici con pneumatici plus Michelin Cup 2. L’abitacolo è speciale, i sedili anteriori sono sportivi e ad alte prestazioni, mentre per la seconda e terza fila i membri del team possono avere due sedie girevoli, completamente rivestite di pelle e Alcantara. Tutte le modifiche tecniche sono state approvate dal TÜV, per cui non è impossibile che altre versioni “O-Team“ possano invadere le strade di Germania.