Il Gran Premio di Monza non ha sicuramente deluso le aspettative dei tifosi interessati a vedere una grande battaglia tra i grandi.

La Ferrari era già “condannata” alla rimonta e la Red Bull di Vettel decisa ad ipotecare il titolo iridato.Le premesse sembravano garantire uno spettacolo e così è stato. Ma c’è di più perché sul circuito italiano che già in passato aveva consegnato Alonso alla gloria, si sono aperte nuove prospettiva per il pilota della Ferrari.

Alonso è partito fortissimo superando tutti gli avversari e rischiando qualcosa sull’erba.

Dopo essersi rimesso in carreggiata ha saputo anche dettare il ritmo, ma dopo 17 giri il Cavallino ha dovuto riconoscere la superiorità di Vettel e della Red Bull.

Stefano Domenicali, capo della Gestione Sportiva Ferrari, ha affermato che Alonso ha davvero fatto di tutto.

A livello tecnico la Ferrari ha messo in campo tutte le sue risorse e con la McLaren c’è stata una bella gara.

Alonso ha dovuto difendersi dalle prestazioni “sopra le righe” di Vettel. Niente da dire al pilota che con le unghie e i denti è arrivato sul terzo gradino del podio.

Adesso l’impegno Ferrari per il futuro è dare una monoposto migliore al campione.