Il MotoGp del Mugello è stato molto entusiasmante. Sono saliti sul podio uno scatenato Lorenzo che con ingegno e costanza ha polverizzato gli sforzi di Pedrosa nella conquista della pole di sabato. In seconda posizione lo spagnolo della Honda e sul gradino più basso del podio Dovizioso

Lorenzo, Pedrosa e Dovizioso, è questo il terzetto di piloti che ha conquistato il pubblico del Mugello, un circuito dove anche la Formula 1, a detta di Montezemolo, sogna di correre un giorno o l’altro.

Lorenzo è stato davvero un grande, qualche cronista lo definisce addirittura strepitoso, da 10 e lode insomma. Peccato soltanto per la pole mancata del sabato. Ha avuto problemi elettronici in quello che era il giro decisivo, quindi non è stato proprio un week-end perfetto. La domenica, però, non ha sbagliato praticamente niente.

Il suo vantaggio su Pedrosa, oggi, è di 19 punti. Allo spagnolo della Repsol Honda va sicuramente una medaglia al valore. Ha espresso grande carattere e determinazione nelle fasi di qualificazione ed in parte ha confermato di esserci. Il suo secondo posto al Mugello è sintomatico di un secondo posto iridato. Nove e mezzo ci vuole, con un augurio per il rinnovo biennale del contratto.

Al terzo posto si è piazzato Dovizioso che per il terzo gran premio consecutivo ottiene degli ottimi risultati. Insomma è il pilota che sa stare nel posto giusto al momento giusto. In casa Yamaha è uno dei più costanti, insieme a Lorenzo, forse ambisce ad una poltrona con la casacca ufficiale. Per il momento 9+.