Semaforo rosso per il Gran Premio del Brasile. La gara sul circuito di Brasilia, inserita nel calendario della MotoGP 2014 (CLICCA QUI PER SCOPRIRLO), è stata cancellata. La comunicazione, in attesa di quella ufficiale di FIM e Dorna, arriva direttamente dal Governo do Distrito Federal: l’evento motoristico sarebbe stato comunque da sottoporre all’omologazione del circuito da parte della FIM ma gli organizzatori hanno anticipato i tempi.

Una nota diffusa tramite il colosso brasiliano Globo indica che per il 28 settembre, data prevista del GP, i lavori di ristruttuazione del circuito Nelson Piquet non saranno terminati visto che le condizioni critiche della pista necessitano di un intervento importante “a causa della complessità delle opere per adeguarsi agli standard delle competizioni internazionali. Il GDF continuerà con il progetto per il 2015 in modo da adeguare interamente l’autodromo”. 

Si ripete, dunque, quanto accaduto lo scorso anno con il GP di Argentina che nelle stesse ore ha ricevuto l’omologazione dalla FIM. Dunque il GP all’Autodromo Termas de Rio Hondo di svolgerà regolarmente il prossimo mese di aprile: l’omologazione ufficiale FIM è arrivata dopo la visita dei responsabili della Federazione e della Dorna. Il nuovo tracciato argentino deve ancora completare i lavori della sezione dei box e di altre infrastrutture necessarie.

Javier Alonso ha commentato che “le modifiche che si stanno apporrtantando a Las Termas sono incredibili e spettacolari” indicando che l’evento consentirà alla provincia di Santiago di porsi come punto di riferimento per questo tipo di manifestazioni sportive. Franco Uncini, responsabile della sicurezza, ha dichiarato che il circuito “ha un tracciato molto particolare in termini di velocità ed è molto interessante per tutti i piloti. Con queste caratteristiche, l’Autodromo di Las Termas è unico al mondo.”

LEGGI ANCHE

MotoGP test 2014: il programma e le date della sessione invernale

La MotoGP è su Sky dal 2014