Se avesse corso a Valencia, Marquez, il titolo iridato della Moto2 sarebbe ancora tutto da decidere ma dopo l’infortunio nelle libere di Sepang, il campione del mondo è Bradl.

Sepang ha visto morire tra le braccia del suo circuito Marco Simoncelli che non è stato l’unica vittima di questo appuntamento esotico. Nelle prove libere della Moto2 infatti si è informato Marc Marquez.

Il giovane pilota era in lista per il titolo iridato a soli 23 punti dal tedesco Bradl ma ha dovuto gettare la spugna. L’infortunio gli ha impedito di scendere in pista in Malesia ma non gli consente di tornare in sella a Valencia.

Il che vuol dire che con due gare d’anticipo, Bradl è il campione del mondo della Moto2.

Un po’ com’è successo a Jorge Lorenzo nel Motomondiale, i dottori hanno sconsigliato a Marquez di tentare il tutto per tutto. Il fatto è che il problema causato dall’incidente di Sepang gli ha compromesso la vista.

Non si tratta di una cosa grave, ha specificato il pilota ai microfoni dei giornalisti, ma non è come dover recuperare la clavicola o la spalla. In questi casi infatti con un piccolo sforzo si può anche correre.

Mentre, spiega Marquez, senza avere il controllo della vista al 100% si rischia di mettere a rischio la propria vita e quella dei colleghi.