La pressione delle gomme, dopo la scelta della mescola, è la variabile da tenere in considerazione per migliorare le proprie prestazioni in pista. Una volta montati gli pneumatici è bene che si tenga in considerazione che ogni moto ha una storia.

Ripassiamo brevemente l’argomento “mescola delle gomme”.

Per girare in pista o in strada non valgono le medesime regole: gli pneumatici omologati sono quelli che riportano tra parentesi il codice (W).

Se si prevedono temperature molto basse fino a 15 gradi centigradi, è bene dotarsi di gomme dalla mescola dura, mentre oltre i 30 gradi sono da preferire quelle a mescola morbida.

Per quanto riguarda la pressione degli pneumatici dovete pensare che i professionisti consigliano sempre le impostazioni di base valide per chi corre da tempo ed è abituato alla pole position.

In realtà è bene gonfiare le gomme di qualche decimo in più rispetto allo standard visto che è quasi scontato che la moto dei principianti è più pesante di 20-30 chili e molto probabilmente correrà anche 5 secondi più lentamente del “normale”.

Un altro consiglio che si dà a chi si appresta a correre per la prima volta in pista è di non abbassare la pressione delle gomme se la temperatura ambientale si abbassa, credendo che con questa manovra si possa far lavorare meglio gli pneumatici.