Siamo arrivati all’appuntamento conclusivo del campionato di Formula 1. Vettel ha già messo al sicuro il suo titolo iridato ma è sempre interessato a vincere.L’attenzione però, alla vigilia della gara di Interlagos, non è certo rivolta ai soliti Vettel, Webber, Hamilton, Button, Alonso e Massa. Anche se quest’ultimo, in casa, festeggerà le 100 presenze nella Formula 1.

Adesso il movimento di informazioni, soldi e piloti, lo stanno facendo le piccole squadre. Una notizia l’abbiamo già data nei giorni scorsi, quella dell’ingaggio biennale di Pedro de la Rosa, pilota quarantenne, alla Hrt.

A quanto pare il nuovo management, tutto spagnolo, ha ben pensato di dare un’altra opportunità a questo campione che è già stato nella classe regina ma ultimamente si era tenuto in esercizio altrove. Se alla guida della Hrt ci fosse stato ancora Colin Kolles, probabilmente de la Rosa sarebbe ancora alla ricerca di una squadra.

Il punto è che a rimetterci le penne, in tutta la storia, sono altri piloti. Liuzzi, per esempio, ha un contratto di tre anni e mandarlo via vorrebbe dire tirar fuori un bel po’ di soldi per la Hrt che quindi pensa di liberarsi di Daniel Ricciardo.

Quest’ultimo, giovane e promettente, potrebbe entrare nell’organico della Toro Rosso dove Buemi e Alguersuari, sono ancora in bilico. Tutto però è rimandato a gennaio.