Il ricordo c’è ancora, forte come non mai. Oggi avrebbe compiuto 27 anni, ma la sua anima è salita in cielo, in quel tragico 23 ottobre del 2011. Marco Simoncelli, il “Sic” per tutti coloro che amano i motori, era nato a Cattolica il 20 gennaio del 1987. Definirlo semplicemente pilota motociclistico italiano è forse riduttivo: campione del mondo della classe 250 nel 2008, amico di tutti, pilota dal talento cristallino. La sua folta capigliatura lo ha reso riconoscibile anche in mezzo a mille, anche se è la sua tragica fine ad avergli, di fatto, garantito un posto nel cuore tra tutti gli amanti di questo sport.

Il 23 ottobre 2011, durante il Gran Premio della Malesia, è rimasto vittima di un incidente mortale: nel corso del secondo giro il pilota ha perso il controllo della sua Honda e, nel tentativo di rimanere in sella, ha tagliato trasversalmente la pista, venendo investito dai piloti che lo seguivano, Colin Edwards e Valentino Rossi, i quali non hanno avuto modo di evitarlo. Era tanto amato che, a seguito della richiesta di tifosi e appassionati, il 2 novembre 2011 è stato deciso di intitolare il Misano World Circuit alla sua memoria. I genitori di Simoncelli, Rossella e Paolo, sono molto attivi nella ricerca di fondi e nell’attività benefica.

LEGGI ANCHE

Nazionale cantanti 2013: la partita benefica per Marco Simoncelli

Marco Simoncelli anniversario: due anni dopo la fiamma del SIC brucia ancora

Il ricordo di Marco Simoncelli a due anni dalla morte