La grande sorpresa del motogp di Brno, in Repubblica Ceca, è Crutchlow che con la sua Yamaha Tech3, ha fatto meglio del compagno di squadra Dovizioso, ma soprattutto si è portato all’inseguimento di Lorenzo, prima di Pedrosa. Una griglia davvero tutta da seguire. 

La griglia di partenza di Brno è un po’ anomala. Ci aspettavamo di vedere i soliti Lorenzo e Pedrosa, in questo ordine o in ordine inverso, darsi battaglia sul terreno ceco. Invece, mentre il maillorchino della Yamaha, provando l’assetto dell’anno scorso, ha centrato la pole, Pedrosa ha avuto qualche problemino con l’assetto.

Ne ha potuto beneficiare Crutchlow che dimostra ancora una volta di avere tanta voglia di fare bene. Non ambisce ad una Yamaha ufficiale, anche perché lì i giochi sembrano fatti, ma gli va di concludere la stagione portando a casa qualche risultato concreto.

La sua dichiarazione ai microfoni dei giornalisti tradisce la paura di una caduta. Dopo quello che si è visto ad Indianapolis e dopo qualche incidente in prova a Brno, cautela è la parola d’ordine.

Peccato per la caduta all’inizio del turno, ma ho visto che sono caduti anche altri come Lorenzo ieri e Pedrosa oggi, significa che stiamo provando tutti a portare il limite più in alto. Va bene così. Sono felice di rimanere con il team Monster Yamaha Tech 3 per un altro anno. Insieme abbiamo fatto grandi progressi questa stagione arrivando anche a buoni risultati e sono convinto che potremo esser ancora più competitivi nel 2013.