A volte i soldi non bastano. Ne sa qualcosa Kamui Kobayashi che ha raccolto 8 milioni di euro, una ‘colletta’ generosa da aprte dei suoi tifosi che però non lo aiuterà ad ottenere un volante nel Mondiale 2013 di Formula 1. Il pilota giapponese, scaricato dalla Sauber al termine del Mondiale 2012, ha chiesto sostegno a tifosi e sponsor per raccogliere la somma necessaria ad ‘affittare’ una monoposto nel circus.

Ormai è consuetudine che i team medio-piccoli puntino su piloti appoggiati da generosi partner. Kobayashi (foto by InfoPhoto) ha creato un sito internet e in poche settimane ha raccolto una cifra considerevole ma che purtroppo non basterà per correre nel prossimo campionato: “Potevo garantire almeno 8 milioni di euro - ha detto Kobayashi sul proprio sito - Considerato il poco tempo a disposizione, c’e’ stata una risposta straordinaria che dimostra il grande potenziale delle aziende giapponesi.

Forse se ne riparlerà nel 2014: Purtroppo, non sono riuscito ad assicurarmi un posto con un team competitivo per il 2013. Devo ammettere che è una situazione triste, mi dispiace per i tifosi e le aziende che mi hanno sostenuto. Ma continuo a pensare di potercela fare per il 2014″. Il 26enne driver nipponico ha ringraziato le imprese che lo hanno accompagnato in questa avventura. Speriamo di vederlo in pista tra due stagioni.