Jorge Lorenzo (foto by Info Photo) è già sazio ma punta sempre a migliorarsi. Il campione del mondo della Yamaha rivive la sua stagione e i successi della sua carriera su due ruote. Finora quattro titoli, due in 250cc nel 2006 e 2007, e due in MotoGP, nel 2010 e nell’ultimo Mondiale: “Penso che sia molto difficile ripetere una stagione come quella che è appena finita perché quasi nessuno è mai riuscito a chiudere una gara il 90% delle volte in prima o seconda posizione. Io però proverò sempre a migliorarmi, lavorando sui miei punti deboli”.

Il maiorchino della casa di Iwata si dice soddisfatto per le vittorie finora conquistate: “Tutto quello che ho vinto nella mia carriera è più di quanto mi sarei mai immaginato. Se da bambino mi avessero detto di firmare per un titolo mondiale lo avrei fatto, ma già sono arrivato a 45 vittorie e quattro titoli piloti. Se in futuro arriveranno altri titoli, sarò molto contento, ma sarà un qualcosa in più, in quanto quello che volevo ottenere dalla mia carriera già lo ho avuto”.

Nessun accenno – per una volta – al ritorno come compagno di squadra Valentino Rossi. Anzi, l’iridato in carica nel 2013 confessa di temere soprattutto gli alfieri Honda Pedrosa e Marquez : “Dani è un pilota molto tecnico e ha una grande determinazione, ha ottenuto grandi risultati la scorsa stagione. Gli è sfuggito il mondiale, ma ha tutte le qualità per aggiudicarselo” mentre il campione in carica della Moto 2 “ha le carte in regola per essere un rivale molto forte per il 2013″.