Anche nel 2019, come ogni anno, durante il Salone di Ginevra viene assegnato uno dei più prestigiosi premi per i costruttori di automobili, il “Car of the Year”, o “Auto dell’Anno”. A contendersi la vittoria finale ci sono arrivate delle vetture molto differenti tra loro, ma che si sono distinte per criteri come originalità, design, tecnologia all’avanguardia, dotazioni di sicurezza e il consueto rapporto qualità-prezzo. Allo stage conclusivono sono arrivate: la Mercedes-Benz Classe A, la Ford Focus, la Kia Ceed, la Alpine A110, la Citroën C5 Aircross, la Peugeot 508 e la Jaguar I-Pace.

La giuria era composta da 60 giornalisti provenienti da 23 Paesi differenti dell’area europea. I risultati sono stati sorprendenti perché la vittoria è stata assegnata dopo uno spareggio, un caso unico nella storia di questo ambito premio. Ad ogni modo, la Mercedes-Benz Classe A è uscita subito dai giochi ottenendo 116 punti, seguita dalla Peugeot 508 con 192 punti e dalla Citroën C5 Aircross con 210 punti. Ai piedi del podio si è classificata la Ford Focus con 235 punti, mentre il terzo posto è andato ad appannaggio della Kia Ceed con 247 punti. A giocarsi la vittoria sono state due vetture totalmente opposte come genere, la Alpine A110 e la Jaguar I-Pace, che hanno totalizzato 250 punti a testa.

Per trovare un vincitore la giuria ha usato il criterio del quante volte la vettura è stata inserita allo slot numero 1 delle preferenze, così la Jaguar I-Pace ha totalizzato un risultato di 18 volte, mentre la Alpine A110 solamente di 16. Il trofeo è stato assegnato dal presidente della giuria e dal giornalista automobilistico di STERN (Germania) Frank Janssen a Ian Callum, direttore del design Jaguar. Quest’ultimo era felicissimo per questo ambito traguardo e ha così commentato: “Un SUV elettrico ha trionfato, questo è il futuro”. Il marchio Jaguar conquista così il “Car of the Year” , e lo fa per la prima volta da quando questo premio è stato istituito nel lontano 1964.