Lewis Hamilton non accetta di cambiare il suo stile di guida.

Nonostante sia stato redarguito anche dai giudici nelle ultime competizioni, il pilota della McLaren sa che il suo approccio è un elemento distintivo e uno strumento in più che ha per stare con i più veloci.La dichiarazione di Lewis Hamilton è incontrovertibile: non cambia il suo approccio aggressivo alla guida e lo dice ricordando che l’aggressività al volante è quel che distingue i piloti più veloci da quelli non altrettanto veloci.

Hamilton si è distinto nel campionato nel mondo nel 2008, una stagione che non è ancora caduta nel dimenticatoio, anzi.

Da sempre l’inglese ha dimostrato di non difendere con le unghie e con i denti fino all’ultimo la sua posizione.

L’amministrazione della Formula 1 gli ha fatto notare più volte di essere ai limiti della legalità e talvolta di aver anche sconfinato.

Eppure la McLaren difende il campione dicendo che non lo staff non ha mai chiesto a Lewis di essere diverso in pista.

Anche colleghi del calibro di Coulthard gli hanno suggerito la moderazione.

Coulthard per esempio gli ha rivelato di essersi calmato dopo la nascita del figlio.

Finora Hamilton non ha di queste preoccupazioni e nel futuro prossimo giura che darà battaglia ai minori.