La Formula 1 si gioca in pista, con i piloti, si gioca nei paddock con il team tecnico ma si gioca soprattutto lontano dai circuiti dove si parla dei campioni, dei contratti, delle perplessità espresse dalle squadre sulle prestazioni dei piloti. Leggiamo insieme i rumors che accompagnano questo rush finale del campionato.

Innanzitutto Rubens Barrichello che era presente alla festa di Schumi, nonostante il suo collega non abbia partecipato alla festa del brasiliano per i 300 gran premi disputati.

Per Rubens sembra arrivato il momento di appendere il volante al chiodo dopo le dichiarazioni della Williams che non sembra intenzionata a rinnovare il suo contratto per i prossimi due anni.

Molti i pretendenti al trono di Barrichello e poche le opportunità per lui di un florido futuro in F1.

L’altro rumors rigurda Mika Salo che mentre Kubica era sotto i ferri per l’ultima operazione che dovrebbe avviarlo verso il ritorno in pista, ha dichiarato che il pilota polacco nell’incidente ha perso il pollice della mano sinistra ed altre dita. La smentita è arrivata dal capezzale del campione Renault.

Poi qualche riga su Max Webber che finalmente è stato confermato dalla Red Bull anche per il 2012. La squadra vorrebbe dare spazio ai giovani e l’australiano non avrebbe ricevuto molte “altre” proposte. Fortunatamente nel paddock Red Bull è tornata la serenità e Max ha festeggiato con i colleghi i suoi 35 anni.