General Tire un marchio con una grande storia alle spalle, fondato nel lontano 1915, nel South Carolina, si è specializzato nella produzione di pneumatici. Nel 1987 è entrato a far parte dell’orbita di Continental, momento nel quale l’azienda tedesca ha completato il suo acquisto. General Tire realizza pneumatici per auto, camion, 4×4 e tanto altro, e adesso ha pronta una nuova offensiva per il mercato proponendo i suoi nuovi pneumatici estivi Altimax One e Altimax One S.

Tutta l’esperienza e la filosofia costruttiva di questa casa sono riversate in questi nuovi pneumatici, che mostrano affidabilità e robustezza prima di ogni altra cosa. Sono contraddistinti da tasselli di spalla rigidi e collegati a una struttura a nervature continue al centro, che garantiscono un handling preciso e un’ottima frenata sull’asciutto, per merito anche della rigidità rinforzata. Queste due nuove mescole vanno a sostituire i precedenti Altimax Comfort e Altimax Sport.

Altimax One mostra un battistrada a tre scanalature, che consente di avere un grande handling e di effettuare delle frenate molto sicure sull’asfalto. In situazioni di bagnato opera in modo eccellente, per mezzo dei numerosi bordi di aderenza. Al momento del lancio, Altimax One sarà disponibile in 12 misure per cerchi a partire da 15 pollici da montare sui modelli compatti, come possono essere le varie Volkswagen Polo e Ford Fiesta.

Altimax One S è destinato a vetture che hanno un indole più sportiva e prestazioni più elevate. A differenza di Altimax One, l’Altimax One S ha un battistrada a quattro scanalature, ma è altrettanto affidabile in ogni condizione, assicurando un alto livello di handling e sicurezza. Al momento del lancio verrà proposto in in 37 misure per cerchi da 15 a 20 pollici, ideali per modelli di grande diffusione come la Volkswagen Golf o la Mercedes-Benz Classe C.

Entrambi gli pneumatici hanno a disposizione la tecnologia VAI (Visual Alignment Indicator) che permette di tenere sotto controllo l’eventuale disallineamento delle ruote, riducendo il rischio di usura prematura. Gli indicatori sono sul perimetro della gomma e sono riconoscibili per due lamelle corte sulle spalle dello pneumatico. Oltre alla VAI, questi due pneumatici hanno anche il sistema RTM (Replacement Tyre Monitor) che indica lo status di profondità minima del battistrada. Gli pneumatici saranno disponibili in un totale di 49 misure per il 2019, con un’ulteriore espansione della gamma nel 2020 e 2021.