Dopo le performance di Spa è chiaro che la Ferrari di Alonso ha avuto dei problemi sia nella scelta delle gomme che nella scelta dei tempi. Tutto era chiaro anche nelle prove libere e nelle qualifiche quando Massa è riuscito ad imporsi sul compagno di squadra. Adesso, in vista di Monza, si parla del futuro del Cavallino.Durante la prossima stagione, nel 2012, la Ferrari 150° Italia sarà un capitolo archiviato, eppure faticano ad emergere le novità del modello che verrà. Domenicali spiega che qualche modifica è già pronta per l’appuntamento di Monza, poi se ne vedranno altre a Singapore, ma tutto era già in cantiere da un po’.

I fan sperano che le vittorie della scuderia di Maranello non si fermino a Silverstone, ma vorrebbero qualche certezza in più sulla Ferrari 663. Di certo c’è che si prenderà spunto dalle Red Bull riguardo “il rispetto” delle gomme. Il fatto di aver studiato un modello in grado di limitare l’usura degli pneumatici non è stata proprio d’aiuto ad Alonso e Massa.

Lavorare sulla meccanica sarà sicuramente prioritario ma è importante anche mettersi in gioco sul peso aerodinamico. Ecco allora che a ragione si parla della sospensione pull-rod posteriore. Il design, stando alle modifiche annunciato, dovrebbe rendere la Ferrari simile alle McLaren, non a caso nel team tecnico italiano ci sono Pat Fry e Nikolas Tombazis che hanno già lavorato in Inghilterra.