Ford Focus ST, sviluppata da Ford Performance, ha adesso anche il suo abito da famiglia con la declinazione in Station Wagon. Un’auto dalla doppia faccia, una per la guida “pesante” e il divertimento tra le curve, l’altra da pratica vettura funzionale per le esigenze di una famiglia. Stiamo parlando di una vettura che ha una lunghezza di 467 cm, 29 cm in più della berlina, con un ampio baule contiene 608 litri con i sedili posteriori in uso.

Sotto al cofano la scelta può ricadere tra due opzioni: il benzina a 4 cilindri 2.3 turbo da 280 CV o il diesel 2.0 da 190 CV. Il benzina 2.3 EcoBoost è simile a quello della Ford Mustang, che garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 6 secondi, mentre la 2.0 EcoBlue diesel è ideale per chi deve percorrere tanta strada ma vuole una vettura brillante ma dai consumi non elevati. Il cambio è manuale a 6 marce, ma la ST 2.3 può avere come optional l’automatico a 7 marce. Interessante il rev-matching, che effettua in modo automatico la doppietta in scalata, così da avere delle frenate al limite più efficaci. Questa è una peculiarità del cambio a sei rapporti manuale.

La Ford Focus ST ha la trazione anteriore e scarica la potenza sull’avantreno, ma è presente un differenziale autobloccante (eLSD) a controllo elettronico, che attiva una serie di frizioni idrauliche per trasferire fino al 100% della coppia alla ruota con più presa sul terreno, per garantire uno scarico a terra ancora più efficace ed entusiasmante. Proposto di serie è il ettore per le modalità di guida, che sono: standard, per fondi bagnati, normali o per la guida sportiva. Comprando il Performance Pack si ha una funzionalità aggiuntiva, che controlla le tarature dell’eLSD, dello sterzo, del controllo di stabilità e del cambio automatico (quando presente) in funzione della guida sportiva.