Garage Italia sta portando avanti un progetto di riscoperta di vetture del passato e stavolta è toccato alla Fiat Panda 4×4 entrare nel progetto Icon-e, un piano di elettrificazione delle auto che hanno scritto la storia delle quattro ruote all’italiana. La Fiat Panda 4×4 è davvero una vettura leggendaria, che conta una schiera di fan e appassionati ancora molto nutrita, grazie alle sue caratteristiche di robustezza e alle sue capacità di offroad. Nata dal genio di Giorgetto Giugiaro è stata la prima citycar a montare un efficace sistema di trazione integrale.

Lapo Elkann annuncia quindi una prima produzione limitata di cinque Fiat Panda 4×4 Icon-e reinterpretate ed elettrificate, infatti il vecchio motore termico è stato sostituito da una power unit elettrica sviluppata in collaborazione con Newtron Group, flangiata direttamente sul cambio origine. La velocità massima che raggiunge la Fiat Panda 4×4 Icon-e è di 115 km/h con un’autonomia di circa 100 km nel ciclo WLTP. La vettura può essere ricaricata utilizzando una presa di tipo 2 installata sotto lo sportello carburante. A seconda della modalità, presa domestica o colonnina elettrica, le batterie possono essere completamente ricaricate tra le 3 e le 8 ore.

La vettura presenta interni realizzati in Alcantara, in più sono state revisionate le parti meccaniche, ed è stata effettuata un riverniciatura ex novo. Le 5 Panda Icon-e a trazione integrale verranno presentate singolarmente nell’arco della stagione Autunno/Inverno 2020 e racconteranno la personalità dei futuri proprietari insieme alla capacità e alle caratteristiche che contraddistinguono una semplice city car: Panderis con Vitale Barberis Canonico, Pandoro con la fashion designer Marta Ferri, Pand’Art con Arthur Kar de L’Art de L’Automobile, Pandina Jones con Car&Vintage, il sito per gli appassionati delle auto d’epoca, e, infine, 00Panda per un Agente segreto.