Sebastian Vettel si è conquistato il titolo di cannibale della Formula 1, anzi diciamo che ha strappato il soprannome a Michael Schumacher, l’altro pilota tedesco che con i suoi traguardi è entrato nel Guinness dei Primati della Formula 1.Sebastian Vettel l’ha detto più di una volta: Schumacher è il suo idolo. Adesso che ha conquistato il secondo titolo iridato a soli 24 anni, molti sperano che sia in grado di andare oltre i successi dell’attuale pilota in quota Mercedes.

In fondo però il merito del mondiale costruttori per la Red Bull non tutto suo. In Corea infatti è stato geniale anche Webber che è riuscito ad acciuffare il terzo posto senza però imporsi su Hamilton.

Ma torniamo a Vettel che nel prossimo appuntamento ha l’occasione di stabilire altri record importanti. Potrebbe superare il record di pole position conquistate in una sola stagione che adesso appartiene a Nigen Mansell che ne ha collezionate ben 14.

Seb può anche aspirare a superare Schumacher sul terreno delle vittorie stagionali. Vettel ne ha 10 e gliene mancano tre per eguagliare Schumi.

E mentre gli esperti di numeri fanno pronostici, Vettel si concentra sui festeggiamenti. A metà settimana raggiungerà il suo team a Milton Keynes.

Unico neo di tutta la gloria che lo sta investendo è la mitomane austriaca che si spaccia per sua Mental Trainer.