Alonso è andato forte domenica in gara. È stato con i migliori ma alla fine l’usura delle gomme non gli ha consentito di sferrare l’attacco e con rammarico ha dovuto riconoscere che McLaren e Red Bull sono un passo avanti. Tutta la delusione dello spagnolo.Le Ferrari in Corea sono arrivate al quinto e sesto posto. In gara i piloti del Cavallino hanno anche dimostrato di essere vicini ai migliori, ma hanno pagato le performance non bellissime in fase di qualifica.

Alonso ha dovuto così riconoscere che McLaren e Red Bull sono ancora avanti.

Poi ha spiegato che all’inizio della gara coreana, Alonso era già al massimo, quindi non avrebbe potuto avere performance migliori.

Anzi, in alcuni casi è stato anche più lento di Massa ed ha tentato inutilmente di attaccarlo. Solo sul finale il brasiliano ha ceduto il passo al compagno di squadra.

Il fatto è che all’inizio della gara, le gomme anteriori che montavano una mescola super soft, si sono consumate in fretta e il pit stop di Alonso, il primo, è stato davvero molto presto.

Ecco una prima conseguenza di un sabato di qualifiche da dimenticare.

Sul finale era chiaro che Alonso poteva addirittura raggiungere Button, ma gli è mancato il guizzo che lo ha scaraventato in quinta posizione.