Un facoltoso uomo d’affari di Hong Kong ha commissionato una Ferrari unica e da urlo, che prende il nome di Ferrari P80/C. Si tratta di un esemplare one-off, destinato a questo singolo cliente, ma che a cominciare da Maranello ha conquistato tutti quanti per le sue linee accattivanti e per la sua anima da vero mostro mangia strada. La base di partenza è una delle Ferrari più potenti in circolazione, la la sportiva da corsa 488 GT3, e questo fa capire quali siano le potenzialità esplosive di questa macchina. Il fortunato possessore ha dovuto sborsare una cifra elevatissima per dare vita ad un progetto così raffinato e complesso. 

Unico guaio di questa macchina è che non è omologata per circolare su strada, ma solo su pista. Quando è in versione racing monta appendici aerodinamiche in fibra di carbonio con cerchi monodado da 18 pollici, quando invece è in versione da esposizione si tolgono le appendici aerodinamiche e si possono utilizzare cerchi in lega da 22 pollici. Le prestazioni che può raggiungere questa vettura sono eccezionali, addirittura superiori a quelle della Ferrari da cui prende origine. La P80/C, nome suggerito dal commissionante stesso, non deve sottostare a particolari regole per l’omologazione e per questo sviluppa delle caratteristiche superiori anche a quelle della 488 GT3.

Le caratteristiche specifiche ci dicono che il peso complessivo si ferma a a meno di 1.260 kg, grazie al massiccio utilizzo della fibra di carbonio, mentre sotto al cofano si nasconde un gioiello V8 sovralimentato da 3,9 litri in grado di sviluppare ben 600 CV. Non conosciamo in cifre quali siano le prestazioni nette di questo Cavallino rampante ma saranno sicuramente da capogiro. L’opera è stata firmata da Flavio Manzoni in persona che si è ispirato a delle icone di Maranello degli anni ’60 come le varie: 250 LM, la Dino, e la 330 P3/P4. Ovviamente la scelta del colore è ricaduto su qualcosa di irrinunciabile come il Rosso Vero, come vuole la tradizione del Cavallino.