Ancora una volta in India si assiste al dominio di Sebastian Vettel (foto by InfoPhoto) che si laurea campione del mondo per la quarta volta consecutiva. Il weekend al Buddh International Circuit è quello dell’ennesima festa iridata per il tedesco della Red Bull che si esibisce in una pazza esultanza al termine della gara che lo ha visto duellare con il compagno di squadra Webber, poi costretto al ritiro per problemi al cambio.

Per Vettel è la terza vittoria consecutiva nel GP d’India, la sesta consecutiva in stagione. Il campione in carica sale sul tetto del mondo per la quarta volta consecutiva. E lo fa nel migliore dei modi. Con 322 punti e a +115 su Fernando Alonso, Vettel ha scavato un abisso tra lui e gli inseguitori. Anche nella gara di New Delhi dove il suo rivale più accreditato, Alonso, ha chiuso undicesimo al traguardo in una gara che lo ha costretto a una sosta ai box supplementare per un contatto al via con Webber.

Sul podio, a 30 secondi dal vincitore, è salito un ottimo Nico Rosberg con la Mercedes che ha preceduto la Lotus di un incredibile Romain Grosjean, autore di una rimonta epica dalla 17esima posizione. Il terzo posto sembrava nel mirino di Felipe Massa che non è andato oltre il quarto posto. L’ennesima beffa per il brasiliano e per la Ferrari che assiste, per il quarto anno di fila, alla festa della Red Bull che si è aggiudicata anche il titolo costruttori. Lacrime ai box della scuderia anglo-austriaca. A soli 26 anni, Vettel entra nella leggenda di qesto sport raggiungendo miti del calibro di Schumacher, Fangio e Prost. La festa in pista davanti ai tifosi inizia con un inchino dinanzi alla sua Red Bull, una macchina imbattibile o quasi.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Rivivi il live della gara di New Delhi

Vettel campione: tutte le possibili combinazioni

F1 India 2013: la gara era a rischio annullamento

Qualifiche: a New Delhi ennesima pole per Vettel

Paddock girls: fotogallery delle bellezze del circus

La classifica piloti e costruttori