Il Gran Premio di Monza è stato caratterizzato dalla partenza di Alonso, dalla gara suprema di Vettel, dall’incidente in apertura di gara tra Liuzzi, Petrov e Rosberg e dall’altro incidente tra Webber e Massa che ha compromesso la gara del pilota brasiliano. Non basta.  All’indomani del Gran Premio di Monza tiene banco anche il duello tra Lewis Hamilton e Michael Schumacher.

Dal pilota McLaren ci si aspettava qualcosa di più del quarto posto visto che il suo team si sta profilando come la seconda forza del campionato dietro la Red Bull.

Eppure Hamilton ha saputo emozionare con il duello ingaggiato con Michael Schumacher, quinto al traguardo, che dopo il GP delle Ardenne conferma la sua forma strepitosa.

Fino a che Button non ha completato la rimonta, la battaglia tra Hamilton e Schumi era quella per il terzo posto.

La strategia usata da Schumi è stata quella di chiudere gli spazi ad Hamilton, sfruttando la potenza espressa dalla Mercedes sui circuiti come quello di Monza.

Il campione tedesco non ha lasciato nemmeno un secondo al suo duellante ed è rimasto incollato alla ruota Mclaren.

Al di là dello spettacolo, Hamilton si rammarica del duello con Schumi che gli ha fatto “perdere” qualche secondo prezioso da Alonso impedendogli di salire sul podio.

Come conferma il direttore sportivo Withmarsh (che ha speso delle ottime parole anche per Button), ci sarebbe voluto qualche altro giro per insediare anche il terzo posto di Alonso.