La carta d’identità serve ad identificare una persona. Per identificare una macchina servono più documenti e tutti devono essere in ordine, pronti da mostrare in caso di controlli.

Nel weekend, si sa che c’è un dispiegamento maggiore di forze dell’ordine per le strade e la frequenza delle multe può crescere per gli automobilisti poco attenti.

Vediamo quindi insieme cosa dobbiamo controllare prima di metterci in macchina e in generale quali sono i documenti che bisogna sempre avere in ordine.

Ci sono quelli che appartengono ovviamente al guidatore e non parliamo soltanto della patente. Perché è personale, ma associata al veicolo anche la targa.

Quindi è bene che la nostra targa sia visibile e ben fissata nel corridoio predisposto.

Nel caso in cui sia poco leggibile, occorre rivolgersi alla Motorizzazione Civile, oppure al PRA, oppure all’ACI, rimpire i moduli, fare i versamenti ed attendere qualche giorno per il duplicato.

Dopodiché è bene avere sempre a portata di mano: l’atto di trascrizione al PRA che serve a dimostrare che il veicolo che state guidando è di vostra proprietà e non sottratto ad altri. Se questo documento non è in vostro possesso dovete rivolgervi al PRA oppure all’intermediario con cui avete concluso il contratto d’acquisto.

Insieme alla patente, in genere, si chiede il libretto, che riporta tutti i dati relativi alla vettura. Anche in questo caso fate attenzione che ogni rigo sia leggibile perchè è lì che si parla del carico massimo e delle condizioni id sicurezza.Ma soprattutto fate in modo di avere anche l’attestazione delle revisioni.

Infine l’assicurazione che deve essere valida. Se è scaduta provvedete al pagamento del premio prima di partire. Si rischia infatti la multa e il sequestro del mezzo se l’assicurazione non è in regola.