Pratica come poche e con un favorevole rapporto qualità/prezzo, come si conviene ad ogni Dacia, la Dokker 1.6 100 CV Techroad GPL ha un look ricercato ed offre un’economia d’esercizio fuori dal comune grazie alla doppia alimentazione.

Esterno: particolari ricercati

Con questo allestimento in comune con altri modelli del Brand, la Dokker vede l’arrivo della livrea Rosso Fusion, proposta come alternativa al Grigio Magnete, e beneficia di elementi caratterizzati da una firma colorata di rosso come i retrovisori esterni, e i cerchi da 16 pollici che hanno i coprimozzi del colore citato. Non mancano le protezioni in plastica scura per la parte bassa della carrozzeria che si prolungano anche sui passaruota e le barre portatutto sul tetto. La linea è quella di una monvolume “furba”, come quella della cugina Kangoo, ma il look strizza l’occhio ai crossover.

Interno: spazio colorato

L’abitacolo della Dokker offre una versatilità da riferimento grazie alle porte posteriori scorrevoli, alle sedute posteriori che ospitano comodamente 3 persone, e ad un bagagliaio che va da 800 a 3000 litri, nel quale si può caricare praticamente di tutto. Ma anche l’occhio vuole la sua parte, e così le sellerie hanno una fantasia specifica in cui ritroviamo quel rosso che adorna anche parte delle bocchette d’areazione. Non mancano accessori che rendono più facile la vita nel traffico o nei viaggi, come la retrocamera posteriore ed il media nav evolution.

Al volante: consumi contenuti con il GPL

Il motore da 1.600 cc ha una potenza di 100 CV ed essendo un aspirato risulta progressivo nell’erogazione, ma poco pronto ai bassi regimi, anche se i cavalli vengono trasmessi in maniera costante fino ai 6.000 giri/min. Questa unità si rivela fluida e silenziosa in città, mentre in autostrada sono i fruscii aerodinamici a farsi sentire, inoltre, si fa perdonare una certa pigrizia nella zona bassa del contagiri con le sue percorrenze chilometriche. Infatti, con un pieno di GPL (circa 18-19 Euro) si percorrono dai 380 ai 400 km e il consumo medio si attesta attorno ai 6,5 l/100km nel ciclo misto: niente male per un’auto destinata ai viaggi ed alla famiglia. Nel complesso la guida risulta facile e sicura, mentre si avverte l’assenza di un sistema che aiuti a sfruttare a pieno la motricità delle ruote anteriori quando si abbandona l’asfalto.

Prezzo: 14.800 euro

Il costo della Dokker in prova, considerando l’allestimento particolarmente ricco, con tanto di look sofisticato, cerchi in lega, retrocamera e media nav evolution è decisamente vantaggioso, 14.800 euro, praticamente quello di un’utilitaria di segmento B accessoriata. In compenso, lo spazio offerto soddisfa pienamente le esigenze di una famiglia o di un’automobilista che sfrutta la vettura nel tempo libero.