Ad Abu Dhabi le qualificazioni hanno visto imporsi Sebastian Vettel, il re dell’automobilismo moderno, deposto dopo la prima curva a causa di una foratura imprevista.Si capisce fin dall’inizio che in questo finale di campionato tutti vogliono far bene, chi per dimostrare come Vettel di essere l’unico  a poter vincere, chi per lottare fino all’ultimo giro per un piazzamento di tutto rispetto.

Subito dopo la partenza Vettel buca una gomma e deve rientrare ai box dove si deve constatare che il campione del mondo è costretto al ritiro. La foratura pare sia dovuta ad un passaggio troppo lungo sul cordolo.

A quel punto Webber che segue Button, Alonso e Hamilton, sorpassa bene Button, il quale accusa il colpo e rincara la dose riprendendosi la postazione.

Al quinto giro il più veloce è Alonso ma alla guida della corsa c’è ancora Hamilton. Il ferrarista tiene il passo del capofila e inizia a recuperare. Anche se di sorpassi non se ne vedono tanti, Buemi supera Di Resta e anche questo è spettacolo.

Al decimo giro guida la corsa Hamilton seguito da Alonso, Button, Webber e Massa. Al dodicesimo giro ancora una volta Alonso è il più veloce ed accorcia le distanze da Hamilton finendo a due secondi appena dal collega McLaren. Intanto resta accesa la battaglia tra Buemi e Di Resta.