Continental ha rivelato un nuovo radar a corto raggio che sarà utile per i futuri sistemi di assistenza alla guida sviluppati dall’azienda tedesca e destinato ai Costruttori automobilistici. Grazie alla scelta di lavorare a 77 GHz anziché a 24 GHz (la frequenza su cui si basano gli attuali radar di Continental), adesso è possibile per il radar scansionare l’ambiente circostante ad una maggiore risoluzione. In questo modo i nuovi ADAS rivelano ostacoli come pedoni e ciclisti in maniera più coerente e precisa.

Il radar ha delle dimensioni compatte e possono essere installati ai quattro angoli dei veicoli per permettere una visuale a 360 gradi ricostruita, sfruttando l’angolo di apertura molto ampio di ognuno dei sensori. Questo hardware è essenziale per ADAS quali il rilevamento dell’angolo cieco, il sistema di avviso di cambio corsia nonché della frenata automatica di emergenza. Nel sistema sviluppato dalla stessa Continental per i veicoli passeggeri ci sono ADAS come il Right-Turn Assist. Questo dispositivo di assistenza alla guida è capace di monitorare gli angoli ciechi durante una svolta a destra, soprattutto nei centri abitati, caratterizzati da una grande densità di utenti della strada (pedoni e ciclisti) ed ostacoli (marciapiedi, panettoni, edifici agli angoli).

Il sistema in questione è in grado di rilevare la presenza di pedoni o ciclisti provenienti dal lato destro del veicolo, avvisando in modo diretto il conducente e, in caso di mancato intervento di chi guida, arrestando automaticamente la vettura. La tecnologia a 77 GHz dei nuovi radar di Continental potrà essere utilizzata anche in altre situazioni. Per esempio, con l’Emergency Steering Assist è possibile sfruttare la maggiore precisione nella scansione dell’ambiente circostante per consentire al sistema di adottare una coppia di sterzo più adatta per evitare l’ostacolo nel caso di manovre di emergenza.