Carlos Checa, alla tenera età di 39 anni, si fa per dire, ha conquistato il suo primo titolo mondiale Superbike in sella ad una Ducati che in MotoGp non riesce ancora a far sentire la sua voce. Eppure qualcuno dava per certo il suo passaggio alla BMW, perché?A Portimao, Carlos Checa ha vinto l’ennesima gara, dopo aver già messo in tasca il suo titolo iridato Superbike, confermato dall’ennesima vittoria. Però, nonostante avesse annunciato di lasciare Borgo Panigale, a sorpresa resta alla Ducati.

Il fatto è che la squadra italiana aveva interrotto i rapporti commerciali con la squadra di Checa, la Althea. Poi, sempre la Ducati aveva offerto al pilota spagnolo di andare in un’altra squadra, la Liberty. Per questo Checa aveva deciso di migrare alla BMW e aveva anche definito l’accordo con il nuovo team.

Dopo la quindicesima vittoria di Checa, però la Ducati è tornata sui suoi passi informando i manager di Checa di accettare tutte le richieste della Althea. L’accordo è stato ottenuto e firmato. È annuale, con opzione per il 2013, e la Ducati pagherà l’ingaggio che quest’anno è stato pagato dalla Althea.

Per Carlos Checa le novità stagionali non si fermano qui visto che lo spagnolo sarà tester della Desmosedici MotoGP.