Il campionato non è ancora finito, anzi è più aperto che mai, nonostante Alonso abbia raccolto quaranta punti di vantaggio sul diretto inseguitore e nonostante i prossimi appuntamenti siano potenzialmente conquistabili da tutti i piloti in gara. Ecco un parere sulla Ferrari.

In Formula 1 siamo abituati a vedere soltanto un pilota, nella sua monoposto, combattere contro tutti gli altri. E diciamo anche che questo è il senso più scontato della faccenda automobilistica. Ma è anche vero che se un pilota è seduto su una particolare monoposto è perché ha alle spalle una squadra.

Il team non si discute, è il luogo in cui si definiscono le strategie e si studia il modo di tenere alla larga gli avversari. Un’operazione fondamentale e importante soprattutto per la Ferrari. Ecco allora che Martin Brundle, ex pilota, oggi commentatore di Formula 1 su Sky, spiega il difficile ruolo di Massa a Maranello:

Non credo che Alonso troverà davanti a sé una strada facile. Certo, ha un buon vantaggio, ma non credo che sia più favorito di altri nella corsa al titolo.

Ci sono diverse squadre in lotta per il titolo, con altrettanti piloti che si ostacolano. Alonso deve continuare ad approfittarne, ma ha bisogno anche del supporto di Massa, ha ovviamente il compito di togliere altri punti ai vari Webber, Vettel, Hamilton e Raikkonen, per favorire il suo compagno di squadra.