Le auto elettriche, attualmente, sono associate alle manie dei cultori del rispetto ambientale e mai si sarebbe pensato che potessero avere successo in America. Qualcosa sta cambiando.I tempi sono maturi anche negli Stati Uniti per iniziare a piazzare sul mercato delle auto elettriche. Lo spiega una ricerca dell’Istitute for Business Value. Sono stati intervistati circa 1700 automobilisti. La maggior parte di questi, in America, si è detta favorevole ai veicoli a trazione elettrica.

A questo punto cosa ne impedisce la commercializzazione. Teoricamente non ci sono impedimenti. Se anche l’America si convertisse a questa modalità ecologica di trasporto, molti problemi ambientali sarebbero risolti. Finora sono favorevoli un cittadino statunitense su cinque.

Due su cinque dicono anche di essere disposti a pagare qualcosa in più pur di aggiudicarsi un’auto elettrica, poi però sono soltanto l’8 per cento degli intervistati ad essere interessati all’acquisto della strumentazione utile al caricamento della batteria.

Questo tipo di dichiarazioni lascia perplessi ma tutto si spiega con i costi degli “accessori” visto che per una postazione di ricarica è necessario sborsare tra i 740 e i 1470 euro che in un momento di crisi economica non sono certo pochi.

Nonostante tutto molti marchi hanno già ricominciato a pensare ai loro modelli elettrici da spedire in America.