Nissan punta a cogliere le nuove opportunità di mercato offerte dallo sviluppo delle megalopoli e dal cambiamento delle tendenze demografiche. In occasione di una conferenza presso il Club dei Corrispondenti Esteri in Giappone, la casa nipponica ha annunciato il piano sviluppato per il lancio delle ultimissime tecnologie di automazione dei veicoli, finalizzate ad accelerare l’adozione da parte dei clienti dei sistemi di guida automatica: “Entro la fine del 2016, Nissan renderà disponibili due nuove tecnologie, nell’ambito della sua strategia di incentivazione della guida automatica” ha dichiarato Carlos Ghosn, Presidente e CEO di Nissan Motor Co., Ltd., secondo il quale le nuove tecnologie, che comprendono i sistemi di gestione della guida su strade multicorsia e del traffico in autostrada, dimostreranno ai consumatori l’efficacia e il valore dei sistemi di guida automatica, che Nissan intende commercializzare entro il 2020.

Introdotte progressivamente, le tecnologie di guida automatica sono destinate a migliorare la sicurezza stradale e le condizioni di guida, automatizzando i gesti quotidiani compiuti dagli automobilisti. A differenza dei progetti pilota per i veicoli a guida completamente autonoma, come la Google car, in questo caso sono i guidatori che mantengono il controllo “al volante” dei modelli Nissan equipaggiati delle funzioni di guida automatica: “Stiamo lanciando sul mercato una tecnologia che consentirà alle automobili di funzionare autonomamente, e in totale sicurezza, sulle strade più congestionate dal traffico – ha aggiunto Ghosn -. Al contempo, introdurremo anche sistemi di parcheggio completamente automatici su un’ampia gamma di veicoli. Questa iniziativa sarà seguita nel 2018 dall’introduzione di sistemi di controllo su corsie multiple, che permetteranno ai veicoli di valutare in maniera autonoma eventuali pericoli e cambi di corsia. Ed entro la fine del decennio, lanceremo sistemi di gestione autonoma degli incroci, tramite i quali i veicoli riusciranno a muoversi in città senza l’intervento del guidatore.”

Ghosn ha poi delineato quattro trend chiave che guideranno la domanda di tecnologie di guida autonoma, di veicoli a emissioni zero, come Nissan Leaf, e di una maggiore connettività integrata: “La prima tendenza è rappresentata dallo sviluppo delle megalopoli mondiali, che rendono sempre più impellente il bisogno di innovazioni per ridurre il traffico e le emissioni e migliorare la circolazione dei veicoli. In secondo luogo, sta aumentando la domanda di funzioni di comunicazione integrate, capaci di soddisfare o addirittura superare le aspettative elevate della generazione digitale. I nostri veicoli devono presentare le medesime capacità di connessione di smartphone e tablet, che influenzano sempre più la nostra quotidianità”.

Gli altri due punti ruotano intorno alla persona: “Il terzo fattore è la necessità di colmare il divario generazionale, creando veicoli che incontrino i gusti di una clientela mondiale ‘senior’. Questi consumatori cercano tecnologie e sistemi automatici, che consentano loro di guidare più a lungo e in sicurezza. Infine, il quarto mega-trend si identifica nell’imperativo di soddisfare la diversità di genere. Ciò significa riconoscere il ruolo fondamentale che le donne svolgono come clienti-acquirenti, decision maker e manager nell’intero settore automobilistico”.  In un discorso di più ampio raggio sulle nuove tecnologie e i cambiamenti demografici del mercato, Ghosn ha spiegato come l’azienda intenda collegare entro il prossimo anno 1,5 milioni di veicoli Nissan per migliorare la comunicazione, utilizzando sistemi basati su cloud per offrire un migliore accesso a social media, applicazioni di intrattenimento e software di riconoscimento vocale.

Ghosn ritiene, inoltre, che tali servizi e una maggiore automazione nei veicoli possano trasformarsi in fattori determinanti anche alla luce dello sviluppo di megalopoli con oltre 10 milioni di abitanti, considerato il crescente utilizzo di queste tecnologie in viaggio e la necessità di ridurre sia il traffico che le emissioni. Fra i principali destinatari di queste novità, vengono citati i giovani conducenti, interessati a una maggiore connettività integrata e i clienti “senior”, che richiedono più automazione, mentre aspetti come design, marketing e performance puntano a soddisfare per lo più la clientela femminile, che rappresenta una quota significativa degli acquirenti di nuovi veicoli.

LEGIGI ANCHE

Nissan Pulsar 2014: design e dotazioni per la nuova berlina

Nuova Nissan Note: premi e riconoscimenti per la nipponica

Nissan GT-R Lm Nismo: si svela l’auto che andrà a Le Mans