Bernie Ecclestone non ha dubbi e probabilmente sono in molti a pensarla come lui. Il monopolio di Sebastian Vettel nella Formula 1 ha contribuito al calo degli ascolti nella stagione 2013 che sarebbero stati di circa il 10%. Un articolo a firma di Ecclestone sul Global Media Report parla di un calo di quasi 50 milioni rispetto all’annata precedente: “L’audience globale nella scorsa stagione è stata di 450 milioni di telespettatori, con un calo non inatteso rispetto al 2012 – ha spiegato Ecclestone – . La minore competitività delle ultime gare, con il titolo assegnato prima dei Gp di Usa e Brasile ha avuto un impatto evidente. Sul panorama complessivo ha influito, inoltre, il fatto che il calendario 2013 prevedesse una gara in meno”.

Secondo il boss del circus (foto by InfoPhoto), recentemente dimessosi dalla sua carica (CLICCA QUI PER APPROFONDIMENTI), il dominio del pilota tedesco della Red Bull ha allontanato molti appassionati dai teleschermi. Il calo, però, non è omogeneo visto che il circus ha avuto meno seguito in Cina e in Francia, mentre sembra che in Italia, Stati Uniti e Regno Unito il bilancio sia in leggero miglioramento.

Con i nuovi regolamenti del 2014 Ecclestone (QUI IL SUO ATTACCO AL CIRCUS) spera di invertire il trend e rendere più appetibile il campionato: “Sono sicuro che la prossima stagione offrirà un alto livello di incertezza e riproporrà una competizione serrata ed emozionante”. I primi test (QUI I RISULTATI), sebbene poco indicativi, fanno pensare a un campionato più aperto e con il possibile punteggio doppio negli ultimi 3 GP dell’anno ne vedremo sicuramente delle belle.

LEGGI ANCHE

Alonso e Hamilton i paperoni del circus

Presentazione Ferrari 2014: Alonso “Io e Kimi la coppia più forte del Mondiale”

Nuova McLaren 2014: il muso della MP4-29 fa impressione, foto e video

Sochi 2014: la Ferrari in pista con una Testa Rossa