Partono gli ordini per le nuove proposte Yamaha, per l’esattezza il TMax di nuova generazione e l’ultima sportivissima YZF-R6: due prodotti molto apprezzati dagli utenti delle 2 ruote che si rivolgono ad un pubblico molto diverso.

E’ possibile recarsi in concessionaria per prenotarle anche nel nostro paese nonostante le consegne partiranno dal mese di aprile. Per quanto riguarda lo scooter, che strizza l’occhio alle moto ed è dotato di novità a livello di carena, motore telaio ed elettronica, si parte dai 12.290 euro della versione SX, con tanto di centralina a mappatura variabile D-MODE, e con la possibilità di scegliere delle livree speciali. La variante al vertice della gamma, denominata DX, più votata al confort rispetto alla SX, ha un costo di 13.390 euro, e vanta accessori come l’acceleratore automatico, il cruise control, lo schermo regolabile e sella e manopole riscaldabili. Insomma, un mezzo da guidare anche in inverno che può fregiarsi anche del sistema di controllo D-MODE.

La specialistica YZF-R6, che tante soddisfazioni ha dato alla Casa giapponese nel mondiale supersport, non si allontana di molto dal listino del nuovo TMax. Infatti, rispetto al TMax DX costa 600 euro in più: 13.990 euro per la precisione. Ma per chi è amante della velocità e non disdegna qualche sortita in pista, avere una moto che riprende la linea aggressiva e futuristica della R1, ma con tanta agilità in più, rappresentano una cifra interessante.

Insomma, lo scooter che ha una guida simile ad una moto e la sportiva Yamaha che potrebbe farvi sentire Valentino Rossi nei track-day sono disponibili, e, per avere i primi esemplari, è possibile ordinarli già adesso.

Partono gli ordini per le nuove proposte Yamaha, per l’esattezza il TMax di nuova generazione e l’ultima sportivissima YZF-R6: due prodotti molto apprezzati dagli utenti delle 2 ruote che si rivolgono ad un pubblico molto diverso.

E’ possibile recarsi in concessionaria per prenotarle anche nel nostro paese nonostante le consegne partiranno dal mese di aprile. Per quanto riguarda lo scooter, che strizza l’occhio alle moto ed è dotato di novità a livello di carena, motore telaio ed elettronica, si parte dai 12.290 euro della versione SX, con tanto di centralina a mappatura variabile D-MODE, e con la possibilità di scegliere delle livree speciali. La variante al vertice della gamma, denominata DX, più votata al confort rispetto alla SX, ha un costo di 13.390 euro, e vanta accessori come l’acceleratore automatico, il cruise control, lo schermo regolabile e sella e manopole riscaldabili. Insomma, un mezzo da guidare anche in inverno che può fregiarsi anche del sistema di controllo D-MODE.

La specialistica YZF-R6, che tante soddisfazioni ha dato alla Casa giapponese nel mondiale supersport, non si allontana di molto dal listino del nuovo TMax. Infatti, rispetto al TMax DX costa 600 euro in più: 13.990 euro per la precisione. Ma per chi è amante della velocità e non disdegna qualche sortita in pista, avere una moto che riprende la linea aggressiva e futuristica della R1, ma con tanta agilità in più, rappresentano una cifra interessante.

Insomma, lo scooter che ha una guida simile ad una moto e la sportiva Yamaha che potrebbe farvi sentire Valentino Rossi nei track-day sono disponibili, e, per avere i primi esemplari, è possibile ordinarli già adesso.