La Yamaha ha inondato l’Eicma 2013 di novità, al punto che diventava difficile orientarsi tra i modelli messi in mostra dal colosso del sol levante nella manifestazione milanese. Abbiamo fatto il punto della situazione con Paolo Pavesio, direttore marketing e comunicazione di Yamaha Italia. “L’area di grande focus è il mondo MT, nato a settembre con l’arrivo dell’MT 09, una moto sulla quale abbiamo investito molto poiché debuttava il motore a tre cilindri. Dopo poco più di due mesi arriva la sorella, la MT 07; una moto completamente nuova. Entrambe hanno in comune capacità tecniche di offrire guida ed emozioni di assoluto livello. La MT 09 ha 115 cavalli per un peso a secco di 171 Kg; la MT 07 ha invce 75 cavalli per 164 Kg. Quindi i rapporti peso/potenza sono di assoluto riferimento“.

E per il portafoglio? “Le novità tecniche si aggiungono a prezzi che solo fino a qualche mese fa sembravano impossibili – sottolinea Pavesio – la 09 esce a 7.990 euro; per la 07 ufficializzeremo il prezzo a gennaio, ma sarà sotto i 6.000 euro. Parliamo di prezzi ai quali di solito si acquista un maxi scooter, per moto che invece non hanno nulla da invidiare a quelle che costano oltre 10.000 euro. Tutto ciò è reso possibile da una filosofia progettuale d’industrializzazione e di lavoro sulla filiera dei fornitori che negli ultimi quattro anni è cambiata completamente; senza trascurare ovviamente gli importanti volumi di produzione“.

Un’altra novità importante è il Tricity. Pavesio (nella foto) fa notare che “Per il nostro primo tre ruote abbiamo puntato su compattezza, leggerezza e praticità. Mediamente questi veicoli hanno un peso medio fra 230 e 260 Kg. Il Tricity peserà 150 Kg. Il prezzo minimo di un tre ruote oggi sul mercato è 6.500 euro; il Tricity costerà meno di 4.000 euro. Per noi sarà un prodotto globale, che venderemo anche su alcuni mercati del sud-est asiatico. Il modello esposto qui all’Eicma è un concept, ma in estate sarà in vendita in Europa“.

E arriviamo agli scooter. “Per quanto riguarda le famiglie di scooter sportivi di cui siamo leader del mercato, qui a Milano debuttano X Max 250 e 125, i quali riprendono l’intero upgrade nel design apportato all’X Max 400. Stiamo facendo molti sforzi per dare una sveglia al mercato: il nuovo X Max 250 costerà 300 euro in meno di quello vecchio. Su un veicolo da 4.000 euro è l’8%“.

Per concludere, i cavalli di battaglia: “Sui prodotti iconici, all’Eicma abbiamo portato una versione rinnovata del Super Téneré, la E, cioè sospensioni elettroniche di serie. Il motore è stato rivisto sul carattere e guadagna qualche cavallo. La strumentazione è full digital e interagisce con i comandi al manubrio; inoltre il parabrezza ora si può regolare senza bisogno di chiavi. Nel mondo delle sport classiche, la SR 400 è uno dei nostri modelli più significativi; la produciamo ininterrottamente in Giappone da 35 anni. E dopo più di 10 anni torna in Europa la versione 400; è importante perché va in un segmento di grande tendenza, quello della customizzazione. Il design è minimalista, ispirato al passato. Noi ci mettiamo la tecnologia moderna, che i clienti usano come base per creare le special. Importante sottolineare anche che qui abbiamo per la prima volta degli esemplari già customizzati da specialisti di alto livello; da queste moto nasceranno dei kit che poi verranno commercializzati“.