Nuova doppietta per le Citroën C-Elysée WTCC, con la vittoria di  Yvan Muller davanti a José-María López nella prima gara del WTCC disputata sull’Hungaroring. La pioggia caduta abbondantemente nel corso della notte cessa a qualche ora dalla partenza e allo spegnimento del semaforo rosso Muller e López sfruttano la loro posizione sulla griglia di partenza e vanno in testa. Su un circuito che offre pochissime opportunità di sorpasso, le posizioni di vertice restano congelate fino alla fine con il francese che ottiene la sua seconda vittoria della stagione davanti al compagno di squadra e alle Honda di Monteiro e Tarquini. Solo settimo Sébastien Loeb.

Dopo una breve pausa, le auto tornano in pista per la rivincita di gara-2: con una griglia di partenza in ordine inverso, Loeb, López e Muller partono tra l’ottava e la decima fila. Gianni Morbidelli affronta la prima frenata in testa, davanti a Tiago Monteiro, il poleman Hugo Valente e Tom Coronel. A vincere è proprio il pilota italiano che nel finale difende a denti stretti il primo posto dagli attacchi di Monteiro e Valente: “La mia vittoria non è stata per nulla facile – ha detto il pilota della Chevrolet RML Cruze TC1 -. Non avrei mai pensato di vincere a Budapest dopo ai problemi ai freni di ieri. Mi aspettavo di vedere le Citroën negli specchietti retrovisori, invece ho dovuto lottare duramente per mantenere Tiago (Monteiro) a bada tutti i 14 giri”.

Morbidelli ha interrotto la striscia vincente delle Citroen che in classifica Costruttori portano comunque il vantaggio a 99 punti: “Eravamo consapevoli di quanto la partenza fosse importante su questo circuito - ha detto Muller -. Nella prima corsa ho attaccato per ridurre il piccolo scarto su José. Quando lo riprendeva, ero assolutamente in grado di dimostrargli che potevo replicare. Ho potuto conservare i pneumatici negli ultimi giri e siglare una nuova vittoria. Qui ho sempre vinto la prima gara, e vorrei veramente continuare la serie! Sono soddisfatto anche del mio quinto posto nella seconda manche. Un campionato si può vincere anche con i posti d’onore”. José-María López resta al comando del Mondiale con 115 punti.

GARA 1
1. Yvan Muller (Citroën C-Elysée WTCC) 14 giri
2. José-María López (Citroën C-Elysée WTCC) +1’’282
3. Tiago Monteiro (Honda Civic WTCC) +8’’961
4. Gabriele Tarquini (Honda Civic WTCC) +13’’980
5. Mehdi Bennani (Honda Civic WTCC) +14’’747
6. Norbert Michelisz (Honda Civic WTCC) +16’’672
7. Sébastien Loeb (Citroën C-Elysée WTCC) +17’’475
8. Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze TC1) +22’’863
9. Gianni Morbidelli (Chevrolet RML Cruze TC1) +27’’891
10. Hugo Valente (Chevrolet RML Cruze TC1) +36’’287
MT : Yvan Muller in 1’50’’119

GARA 2
1. Gianni Morbidelli (Chevrolet RML Cruze TC1) 14 giri
2. Tiago Monteiro (Honda Civic WTCC) +0’’350
3. Hugo Valente (Chevrolet RML Cruze TC1) +1’’206
4. Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze TC1) +5’’104
5. Yvan Muller (Citroën C-Elysée WTCC) +5’’435
6. José-María López (Citroën C-Elysée WTCC) +5’’605
7. Tom Chilton (Chevrolet RML Cruze TC1) +6’’306
8. Gabriele Tarquini (Honda Civic WTCC) +7’’828
9. Sébastien Loeb (Citroën C-Elysée WTCC) +8’’308
10. Norbert Michelisz (Honda Civic WTCC) +8’’842
MT : Tiago Monteiro in 1’51’’088

MONDIALE PILOTI
1. José-María López 115 punti
2. Yvan Muller 105 punti
3. Sébastien Loeb 84 punti
4. Tiago Monteiro 65 punti
5. Gabriele Tarquini 48 punti

MONDIALE COSTRUTTORI
1. Citroën Total 271 punti
2. Honda 172 punti
3. Lada 112 punti

LEGGI ANCHE

Citroën Yvan Muller: Leonardo.it intervista il campione del mondo

Citroen Wtcc 2014: squadra stellare con Loeb e Muller

WTCC 2014: l’ennesima sfida di Loeb

Citroën C4 Cactus: foto e video dal Salone di Ginevra

Nuova Citroen C1: il debutto a Ginevra