Dopo la presentazione, ieri sera, sotto una bella nevicata, della nuova Desmosedici GP 2013, oggi, a Wrooom 2013 è stata la giornata dei tecnici. Debutto ufficiale per Bernhard Gobmeier, dall’8 gennaio direttore generale di Ducati Corse. “Non è necessaria una rivoluzione nel team Ducati in MotoGP, è meglio rafforzare il gruppo già esistente, piuttosto che crearne uno nuovo. La mia sarà un’evoluzione. Sono stato impressionato molto positivamente dalla grande famiglia Ducati che lavora con dedizione ed è molto motivata. In questa moto c’è ancora molto potenziale inesplorato. Audi aiuterà dove le risorse non si dimostreranno sufficienti, mettendo a disposizione personale, laboratori, ricerca. Quello che bisogna fare innanzitutto è analizzare i difetti, sia dal punto di vista organizzativo che tecnico, e intervenire su quelli per modifiche e migliorie”.

L’ex manager di BMW ha aggiunto che “la Ducati ha bisogno di trovare moto più affini ai piloti, perchè soltanto Casey Stoner, dal 2007 al 2010, ha ritenuto la Desmosedici la più ‘guidabile’ degli ultimi anni. Quando si hanno cinque piloti è necessario provare a soddisfarli tutti e cinque (Michele Pirro compreso), e non offrire soltanto una ‘bestia selvaggia’ che solo Stoner può guidare. Non riusciremo mai a fare una moto super facile da guidare, ma non copieremo Yamaha. Dovrà comunque mantenere i geni Ducati, il carattere e la sua filosofia, essendo più guidabile ma non cedendo la sua genialità”.

La stagione si annuncia assai impegnativa: “Correre è nel DNA della Ducati e voglio proseguire su questa strada, questo sarà un difficile anno di sviluppo, e l’obiettivo e’ raggiungere risultati e riconquistare una posizione di elite nella MotoGP, anche se è necessario tempo, dedizione e molto lavoro. Puntiamo allo sviluppo, questo e’ l’impegno che ci siamo assunti di raggiungere nel lungo termine con Ducati e Audi”. 

LINK UTILI

Wrooom 2013: ecco la nuova Desmosedici di Hayden e Dovizioso

Wrooom 2013: presentata anche la Ducati Pramac di Spies e Iannone

Wrooom 2013: prima conferenza di Dovizioso: “Non copieremo nessuno”

Wroom 2013: Hayden su Rossi: “Senza di lui ci sarà meno pressione”