Dopo sei prove speciali, il rally di Montecarlo 2016 non ha ancora un dominatore assoluto; certo, Ogier ha iniziato a dettare la legge del campione, ma per il momento ha trovato un Kris Meeke capace di tenere il suo ritmo indiavolato.

Infatti, nonostante la vittoria dell’alfiere Volkswagen, al volante della velocissima Polo WRC, nella prova speciale 6, che segna il quarto miglior crono assoluto negli stage fin qui disputati dal driver francese, Meeke naviga a soli 5” dal francese, e attende il minimo errore per punirlo.

Ecco, si potrebbe dire che il tema della gara è tutto qui, con il campione che prova a fare il vuoto alle sue spalle e l’irlandese che ribatte colpo su colpo per non perdere il passo, in attesa di poter passare all’attacco. Dietro di loro troviamo gli altri 2 piloti Volkswagen, Mikkelsen e Latvala, che gravitano, rispettivamente a +45”4 e ad 1’01”1.

Bisogna dire che Latvala ha recuperato posizioni preziose nella generale, dove era retrocesso in settima posizione dopo le prime due prove speciali, mentre Mikkelsen ha mantenuto la terza piazza della graduatoria con grande regolarità.

Subito dopo troviamo Neuville, con la Hyundai i20 WRC 2016, che ha beneficiato di un cambio di assetto e della scelta delle gomme Michelin Supersoft. Mentre Ostberg, con la Ford Fiesta RS WRC si stabilisce nella sesta piazza.

Gara da dimenticare per Robert Kubica, il veloce e simpatico pilota polacco è rimasto vittima di un’uscita di strada e la sua vettura è stata colpita dalla Fiesta R5 di Elfyn Evans.

Insomma, Ogier ha ripreso la leadership e vuole iniziare il 2016 con lo stesso piglio del 2015, ma a quanto pare ha trovato un Kris Meeke in gran forma che ha intenzione di rendergli la vita difficile fino all’ultima speciale.

Vedremo questo duello quanto durerà e se offrirà dei colpi di scena durante le prossime prove speciali.